Inaugurata la 35ª edizione dell’Ottobrata

Un’offerta turistica di qualità è la base dello sviluppo turistico

 

E’ con queste parole che il sindaco di Zafferana Alfio Russo commenta “lo spirito” di questa trentacinquesima edizione dell’Ottobrata Zafferanese all’interno del suo discorso d’ inaugurazione.

Inaugurazione 2013

Inaugurazione 2013

Un servizio gastronomico totalmente rinnovato ormai da alcuni anni è ciò che i visitatori possono aspettarsi, assicura il sindaco. Nello specifico, oltre agli stand presenti in piazza e a quelli che si trovano all’interno della villa comunale e lungo tutto il percorso cittadino che offrono un’ampia varietà di prodotti tipici e stagionali, il visitatore può recarsi presso l’area gastronomica antistante la Chiesa Madre per degustare ogni domenica un “piatto del giorno” diverso sia a pranzo che a cena.

Un’organizzazione quindi che, come spiega il sindaco, è costata un duro impegno ma che di certo costituisce la base di un’accoglienza e un’offerta turistica  di qualità.

Concepire il Comune come “comune-azienda”, aggiunge il sindaco, rappresenta il principio che sta alla base dell’organizzazione di tutte le manifestazioni che animano l’Ottobrata, chiarendo però che al contrario dell’azienda che persegue lo scopo dell’utile, il Comune persegue lo scopo di “offrire i servizi alla comunità” e ciò utilizzando al meglio tutte le risorse disponibili e preparando così un’organizzazione sempre più efficiente.

Taglio del nastro

Taglio del nastro

L’Ottobrata è quindi sinonimo di accoglienza, di offerta, di incontro, di utilizzo di risorse, tutti temi questi che non possono che condurci ad una riflessione sugli esiti dell’ancora in corso strage di Lampedusa, strage che non ha permesso a centinaia di persone di poter trovare le tanto sperate accoglienza e solidarietà in una terra diversa e a causa della quale è andato sprecato il genere di risorsa più importante : quella umana.

Le parole di Padre Gigi, parroco di Zafferana, che ci invitano ad alcuni momenti di riflessione su questi temi, di fatto concludono questo discorso d’apertura alla trentacinquesima edizione dell’Ottobrata Zafferanese che si apre ancora una volta con il tradizionale taglio del nastro.

I commenti sono chiusi